…MENTRE CERCAVO IL MIO SPAZIO,
L’ATTIMO DI PAUSA ALTRUI PERFETTO,
PER ESORDIRE CON LA MIA RICHIESTA DI FAR TESTIMONIANZA LI’,
IN QUEL MOMENTO IN PERSONA FISICA…
ESSENDO PRESENTE,

EBBENE ,NEL MENTRE DI QUELL’ATTESA,

…MENTRE C’ERA UN ATTIMO DI SILENZIO GLI CHIESI,
MM M MA MaA AMMAMaAAA Ii II iI II O O O P PP P OSS OO O …
E VENNI SUBITO FERMATO ,
NO!
LEI NON PUO’,
LEI NON E’ ABILITATO A PARLARE!

..NELLA MIA MENTE ..IN QUELLA SITUAZIONE …”PARADOSSALMENTE”

HO VISSUTO L’ALTRA VERSIONE,
QUELLA IN CUI ERO IO L’AVVOCATO E CHE..
ERO ABILITATO A PARLARE!!
ABILITATO A PARLARE,
CHE BELLA FRASE, E…
CON LA MIA VERITA’,
L’UNICA…
CHE NESSUNO HA MAI CHIESTO..
AVREI VINTO LA CAUSA

INVECE…
VENNI ZITTITO NUOVAMENTE SENZA SENTIRE NEMMENO IO ALMENO…
LA SODDISFAZIONE DELLE MIE PAROLE.

ANCHE UN GIUDICE FINII COL FARMI SENTIRE
INDIFESO E OFFESO
ANTICIPANDO LA RISPOSTA DI UN BALBETTIO
SAPEVA FORSE COSA VOLEVO DIRE IO?
NON CREDO PROPRIO E CHIUDENDO CON IL SUO….
LEI NON PUO’!
NON E’ ABILITATO A PARLARE,
MI FERMO’ IL CUORE IN UN SINGHIOZZO DI ACCONSENTIMENTO E RITIRO..

Mirko Santoro