Discontinuo del tempo
Come un rintocco è il mio rimpianto
Evoluzione di un errore?
Che mi insegna a camminare?
Per le strade del mondo
Di amici mi circondo
Seguendo il mio battito
Cercando di far mio l’attimo
Quell’attimo di vento
Che asciuga il mio pianto
Quell’attimo trasparente
Quel’attimo tra la gente
Mi riprende col sorriso
Fa battere il mio viso
In maniera costante
Mirko Santoro
Presente-senza il ritorno-mai assente.